martedì 5 febbraio 2008

PASTA e PATATE


Qui di seguito riporto le proporzioni indicate da Eduardo De Filippo, grande appassionato di cucina. Nella versione di Eduardo è previsto del prezzemolo (che io non uso) e non si fa menzione del provolone e del sedano (che io uso); decidete voi quale realizzare.


  • 300 g pasta mista

  • 500 g di patate

  • 2/3 pomodorini

  • 1 cipolla

  • provolone del monaco grattugiato (o provolone piccante)

  • peperoncino

  • 1 costa di sedano

  • olio e sale q.b.

Soffriggete la cipolla e il sedano con l'olio, aggiungete i pomodorini spaccati in quattro e 1/2 pizzichi di peperoncino. Aggiungete nella pentola le patate tagliate a dadi e sufficiente acqua per cuocere le stesse e la pasta, che calerete quando le patate vi sembreranno quasi cotte (ricordate sempre di tenere da parte un pentolino di acqua bollente da utilizzare nel caso in cui la preparazione durante la cottura asciughi troppo). Aggiustate di sale e spegnete il fuoco quando la pasta sarà piuttosto al dente, spolverate con abbondante provolone e fate riposare.


IMPORTANTE: la pasta e patate prima di essere gustata deve riposare qualche minuto; attenzione però,durante tale riposo la pasta continua a cuocersi e sopratutto ad assorbire acqua, ecco perchè sarà importante spegnere il fuoco quando la pasta sarà ancora piuttosto al dente e un pò brodosa, altrimenti correrete il rischio di mangiarla scotta e troppo asciutta.

7 commenti:

Lory ha detto...

Saraaaaaaa tesora,quanto mi piace questa pasta e piace da matti anche al "napoletano che gira per casa" ;-) A cui la faccio sempre molto volentieri,così perchè sono buona d'animo nn perchè me ne scofanerei ogni volta una pentola ehhh...ahahaha
Un abbraccione!

Sara ha detto...

Lory, sei sempre molto cara.

Lory ha detto...

Sara devo confessarti che io si,ci metto il prezzemolo, perchè a me piace molto,ma il napoletano dice no ;-)))

Sara ha detto...

Lory quando ti ho chiesto del prezzemolo mi sono dimenticata di menzionare anche il provolone, tu lo metti?

elisabetta ha detto...

Ieri ho visto in negozio la pasta mista, mi chiedevo proprio come impegarla... ed ecco che trovo pure la ricetta!

Sara ha detto...

Elisabetta la pasta mista, una volta provata non la si abbandona più. Mi piacerebbe molto partecipare ad uno dei tuoi incontri, ma Mestre non è proprio dietro l'angolo; mi accontenterò di curiosare nel tuo bel blog.

marcella candido cianchetti ha detto...

mi stò leccando i baffi provolone del monaco che goduria, e poi a munnezzaglia che qui riesco solo a trovare quella de cecco ciao