lunedì 31 marzo 2008

QUICHE CON FETA, BALSILICO E OLIVE NERE


Anche se sono stata due volte in Grecia ( la prima non ero che una bambina) la feta è indissolubilmente legata al ricordo del primo viaggio in America con mio marito, quando con le biciclette abbiamo attraversato il Golden Gate Bridge di San Francisco, per giungere a Sausalito. In questa tranquilla località della Marin Country ci siamo fermati a pranzare in un grazioso ristorante con vista sulla baia dove, dopo tante porcherie, abbiamo mangiato una freschissima e sanissima insalata greca, che ha rinfrancato corpo e spirito, provati da tanti giorni di cibo ipercalorico.
Da allora molte sono state le occasioni in cui ho gustato la feta, a farmi compagnia c'è sempre il ricordo di questa giornata fatta di sole, di mare e d' amore.

Per l'impasto base vi rimando qui.


  • 250 g di feta

  • 15 foglie di basilico

  • 30 g di olive nere

  • 3 uova

  • 80 ml di latte

  • 90 g di panna

Preparate la base per la quiche e rivestite uno stampo da forno rotondo (imburrato e infarinato). Distribuite la feta, tagliata a cubetti, sulla base della quiche e cospargete il basilico sminuzzato e le olive a fettine. Sbattete le uova, il latte e la panna finchè il coposto non sarà omogeneo e versatelo sulla base. Infornate a 200° per 15' ; abbassate a 180° e lasciate cuocere ancora per 25'.

13 commenti:

Cannelle ha detto...

Che bella l'immagine di voi due in giro con le bici!
Questa quiche dev'essere squisita!!!!
A presto e buon inizio settimana.

Sara ha detto...

Ciao Cannelle, un buon inizio settimana anche a te.

Cannelle ha detto...

Sono tornata con calma per spulciare per benino il tuo bellissimo blog.
A parte esprimerti solidarietà per la tua terra che adoro, volevo dirti che è stato colpo di fulmine! I tuoi gusti sono affini ai miei e molti dei tuoi piatti li conosco bene perchè ho una carissima amica di Napoli che mi ha fatto apprezzare piatti semplici ma straordinari proprio come quelli che proponi tu.
Bacioni

Sara ha detto...

Cannelle sono senza parole, grazie e ancora grazie.

Monique ha detto...

ovvia...proverò anch'io la brisè! e la tua versione con la feta è davvero stuzzicante..adoro l'insalata greca!

Ely ha detto...

mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmhhh buona, le torte salate qui nella bagnarola vanno per la maggiore, si possono mangiare fredde, tiepide con le mani, fanno da contorno e sa secondo e anche a merenda, ovvio che questa è stampata e archiviata nelle "da fare"
ciaooo

Sara ha detto...

Ciao Monique, Ciao Ely, grazie per essere passate da queste parti.

elisabetta ha detto...

Pensa che mia sorella sta in Grecia da quasi 5 anni (tranne un breve periodo spagnolo) e non sono mai andata a trovarla (ma d'altra parte sta sempre in posti scomodissimi)... la cucina greca è uno dei fili che ci lega anche se siamo lontane. Ho un panetto di feta in frigo e oggi a pranzo mi preparo proprio questa bella ricetta!

Sara ha detto...

Ciao Elisabetta, la cucina Greca piace moltissimo sia a me che a mio marito; a Bologna abbiamo scoperto un ristorante greco delizioso dove proprio in questi giorni stiamo organizzando di andare con gli amici.

Ilaria ha detto...

E` vero, come dici tu: in america la maggior parte delle portare sono ipercaloriche... in certi posti anche quando chiedi un insalata ti servono un intero iceberg..che ti chiedi se ti sei d'mprovviso trasformatain una capra o hai ancora le sembianze umane??!!!
Pero` il formaggio di capra lo trovi d'ovunque per fortuna mia aggiungerei... visto che mi manca tanto quello di pecora... Grazie per la ricettina la provero`di sicuro questo fine settimana!

Sara ha detto...

Ciao Ilaria, buon week-end e buona quiche allora. (che bella la sardegna!)

astrofiammante ha detto...

deve essere ben saporita, e una tentazione continua averla a portata di mano......o meglio.... di bocca!
Dovrò ripassare per "spulciarti" meglio. ciao.

Sara ha detto...

Ciao astrofiammante, allora ti aspetto.