giovedì 13 marzo 2008

TRENETTE AI FUNGHI PORCINI


Nel Sannio i famosi funghi di Cusano Mutri sono per tradizione preparati con dellle tagliatelle dal bordo liscio come una fettuccia e, da buona campana, anch'io preferisco abbinarli a paste di formato simile; ciò che invece non preferisco è l'utilizzo del peperoncino e la spruzzata di vino bianco perchè i fungi porcini, sopratutto se freschi, hanno un sapore così straordinario che sarebbe un delitto imbastardirli con troppi ingredienti. Aglio, prezzemolo e un pizzico di pepe (se gradito) vi assicuro che saranno più che sufficienti a valorizzare questi doni spontanei della natura.
I cuochi più attenti precisano che i gambi del porcino sono adatti soltanto per il risotto e per le minestre. Io la trovo un'assurdità, si vede che questi signori non hanno mai avuto la fortuna di sperimentare le doti dei funghi appena colti.
  • 400 g trenette
  • 500 g funghi freschi (vanno bene anche congelati o secchi, in questo caso preparateli in base alle singole indicazioni)
  • 2 spicchi d'aglio
  • prezzemolo
  • olio, sale, pepe

Soffriggete nell'olio gli spicchi d'aglio, interi e leggermente schiacciati, fin quando non saranno dorati. Eliminate l'aglio, aggiungete i funghi affettati e lasciate cuocere, facendo attenzione a che non asciughino troppo. Salate prima di spegnere il fuoco e unite il prezzemolo. Saltate la posta cotta al dente con i funghi e servite con un pizzico di pepe nero (se gradito).

7 commenti:

kelly lima ha detto...

Parabéns! Lindas as fotos, lindas as receitas! Aqui no Brasil estou com água na boca...
Você tem receitas "stupendas"!

Sara ha detto...

Grazie Kelly lima, è sempre un piacere ricevere un commento così carino.

Lory ha detto...

Sara ma quando vieni al nord?? ;-))
Dai che cuciniamo insieme ;-))

elisabetta ha detto...

Il bosco, le castagne, i funghi... che spettacolo dev'essere in autunno!

Ely ha detto...

buone, mi piacciono i funghi e la pasta, direi che sono a cavallo :-)
ciaooo
Ely

Sara ha detto...

Ah Lory, cucinare con te vorrebbe dire imparare tante cose!

Ciao Elisabetta, è sempre un piacere leggere un tuo commento.

Ciao Ely, con piacere ho scoperto il tuo blog fatto di belle ricette e tanta passione.

Simona Fiscale ha detto...

Mmmm...che buona! Anche se siamo in primavera mi fa pensare ai magnifici piatti autunnali, soprattutto i più sinceri, quelli della tradizione contadina
simona