sabato 11 ottobre 2008

DELIZIA DI CIOCCOLATO E PERE (la frolla delle sorelle Simili)


Lasciami gustare questo dolce e poi chiedimi se sono felice.
per la pasta frolla delle Sorelle Simili (tecnica a burro freddo):
  • 200 g di farina OO
  • 100 g di burro
  • 80 g di zucchero a velo
  • 2 tuorli
  • 1 pizzico di sale

per il ripieno:

  • 4-5 pere
  • 45 g di burro
  • 22 g di cacao in polvere
  • 1 uovo
  • 75 g di zucchero di canna
  • 22 g di farina OO

Frolla: setacciate la farina sul piano di lavoro e aggiungete il burro freddo tagliato a pezzetti. Sfregate il burro con la farina (con un movimento simile a quello che si fa per indicare i soldi). Attenzione a non sfregare il burro da solo ma sempre con la farina; otterete in questo modo uno sfarinato composto da piccoli fiocchi; con il suddetto fate una fontana e mettete al centro le uova, lo zucchero a velo setacciato e il pizzico di sale; battete gli ingredienti con una forchetta (senza prendere la farina) e quando sarannno ben amalgamati copriteli con la farina che avete tutt'attorno. Con una spatola aprite e separate il composto strisciandolo sul tavolo fino a far assorbire la farina alle uova. A questo punto sempre con la spatola compattate l'impasto premendolo sul tavolo, dividetelo a metà e sovrapponete le due parti; ripetete l'operazione altre 2-3 volte. Infine rotolate brevemente l'impasto sul piano di lavoro, ricoprite con pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo 30 minuti.

A questa frolla, in base alla ricetta della delizia, ho aggiunto (dopo aver sfregato la farina con il burro) 30 g di mandorle tritate grossolanamente.

Rivestite una tortiera con la frolla, bucherellatela con una forchetta e adagiatevi sopra gli spicchi di pera. Infornate a 180°/200° per 30 minuti ( la ricetta indica 15 minuti ma per il mio forno sono pochi). Trascorsi tali minuti togliete la frolla dal forno. In una casseruola sciogliete il burro con il cacao. A parte montate l'uovo con lo zucchero di canna e aggiungetelo al cioccolato; unite la farina setacciata amalgamando bene. Versate il composto ancora caldo (sarà più facile) sulla frolla con le pere, facendo a ttenzione a non coprire gli spicchi di pera (aiutatevi dunque con un cucchiaio). Infornate a 180°/200° per 45 minuti circa (la ricetta ne indica soltanto 15, ma come sapete per il mio forno sono pochi). Fate raffreddare e servite con una spolverata di zucchero a velo.

8 commenti:

ღ Sara ღ ha detto...

che meraviglia!! come si fa a non essere felice con un dolce del genere??? aspetto la ricettuzza!! un bacino e buon fine settimana!

manu e silvia ha detto...

Aspettiamo trepidanti la ricetta!! baci baci

carla emanuela ha detto...

Ciao Sara,
ho scoperto solo oggi il tuo blog e, leggendo il profilo che hai scritto di te, sono stata colpita dalla tua spontaneità. Certo, anche le tue ricette mi hanno ingolosita, tipo i mini cake alla doppia mela (addio linea, ma si guadagna in piacere!) e pure questa di cui attendo gli ingredienti, ma è soprattutto la tua personalità che ho trovato interessante.
Piacendomi molto il tuo blog, mi sono quindi permessa di inserirne il link nel sito per cui collaboro, in cui si parla di ricordi e si possono postare ricette con il latte condensato. Facci un salto, mi farà piacere.
Passerò presto a trovarti, un caro saluto ☺
Carla
www.lattecondensato.com/it/
Contact: lattecondensato@yamail.com

emilia ha detto...

Ohhh e che si fa cosi' ?? Vedo pere ? Vedo cioccolato ? Vedo golosita' in arrivo ? Ciao :)

Maya ha detto...

Mi immagino la risposta!!!! é consentito sbavare davanti al monitor del pc??????
Buona settimana

Dolcienonsolo ha detto...

Che aspetto godurioso la tua crostata!!

Sara ha detto...

ciao Carla Emanuela,
grazie per i complimenti, fanno sempre piacere, così come mi fa piacere che tu abbia inserito il mio link sel sito con cui collabori. Se mi si presenterà l'occasione non mancherò di intervenire.

Sara ha detto...

@Sara rinnovo i complimenti per la chiocciola, deve essere buonissima.

@Manu e Silvia siete proprio carine, sempre in pista!

@Emilia, vediamo dunque le stesse cose!

@Maya si ma non troppo, occhio ai cortocircuiti.

@dolcienonsolo lo penso anch'io