martedì 15 dicembre 2009

CAKE ALLA ZUCCA


Ancora una ricetta ispirata al libro della Chovancova "cake dolci e salati", questa volta però accompagnata da qualche riflessione circa l'aspetto e la consistenza dei cake in questione. Iniziamo col parlere dell'aspetto, ebbene devo confessare che la prima volta che ho sfogliato questo ricettario non sono rimasta particolarmente colpita. Prima di conoscere la Chovancova, infatti, per me i cake (o meglio i plum cake come noi italiani inspiegabilmente siamo soliti dire) dovevano avere un aspetto piuttosto sostenuto, cioè una lievitazione a "cupoletta" indice di sofficità.
Per fortuna la curiosità nella mia cucina fa da padrona, così dopo averne sentito un gran parlare, mi sono decisa a provare una ricetta targata Chovancova e devo dire che sono rimasta sorpresa per la morbidezza di questi cake dall'aspetto, passatemi il termine, " ammazaruto". Arriviamo così a paralre della consistenza, che sono morbidi lo abbiamo detto, ma quanto a umidità come siamo messi? Anche qui devo ammettere di essermi sbagliata; guardando le belle foto di Pierre Javelle in alcuni casi i cake mi erano sembrati troppo umidi, quasi crudi, almeno per i miei gusti. Niente di più sbagliato, dopo averli assaggiati posso dunque dire che i cake della Chovancova sono corretti sia intermini di morbidzza che di umidità, in una frase "brutti ma buoni", anzi buonissimi.
Il cake da me preparato segue la ricetta base che si presta ad ogni tipo di personalizzazione purchè gli ingredienti aggiunti non superino i 300 g di peso totale, nel mio caso parliamo di 100 g di zucca e 100 g di pancetta. Anche se non indicato io vi consiglio di utilizzare latte e uova a temperartura ambiente, un'abitudine preziosa per i lievitati in generale.
  • 180 g di farina 00
  • 3 uova
  • 1ocl di latte parz. scremato
  • 10 cl di olio d'oliva
  • 100 g fi formaggio (gruyère, caciotta...)
  • 100 g di zucca
  • 100 g di pancetta (sbollentata)
  • 1 bustina di lievito
  • sale,pepe

Sbattete leggermente le uova con l'olio e il latte. Aggiungete la farina setacciata,il formaggio grattugiato, la zucca (schiacciata e strizzata) e la pancetta. Salate, pepate e infine incorporate delicatamente il lievito. Versate il composto nello stampo imburrato e infarinato, infornate a 180° per 50' circa.

2 commenti:

miciapallina ha detto...

Che buona che buona che buona!
E' che in questo periodo ospitiamo alla Gatteria il fratellone (e la mamma) e lui non mangia la zucca, non mangia il formaggio, non mangia i cavoli, insomma un sacco di cose che io e GG invece adoriamo!
MA..... ma c'è sempre il modo di segnarsi le ricette e lasciarle in sospeso per la prima occasione in cui saremo soli (o con la mamma)!
Grazie di questo consiglio!
adesso copio incollo e ... golosamente aspetto!

nasinasi

soleluna ha detto...

Buon pomeriggio!
Carissima, forse è presto ma non vorrei dimenticare qualcuno...perciò ti auguro ti trascorere le imminenti festività nella gioia e serenità....grazie per la compagnia che ci hai offerto durante l'anno...un abbraccio Luisa...