venerdì 22 gennaio 2010

SALSICCE E CIME DI RAPA (sognando i friarielli)

Cari amici del nord, perchè non mangiate i friarielli ??? Dopo averli assaggiati ve lo chiederete anche voi.
Data la difficoltà qui in Romagna di reperire questa bella verdura, la ricetta che vi propongo è con le cime di rapa, valido sostituto in assenza di friarelli , anche se per un campano c'è una bella differenza.
Non nascondo che ho la sensazione di descrivere la ricetta dell'acqua calda, ma in questi anni Imolesi ho avuto modo di constatare che molti piatti per me scontati sono dai nostri amici quasi sconosciuti (amici che a onor del vero non sono soliti dilettarsi in cucina).

  • 4 salsicce

  • 3 spicchi d'aglio

  • 500 gr di cime di rapa (pulite)

  • peperoncino
  • 3-4 cucchiai d'olio

  • sale

Rosolate le salsicce con l'olio per 30 minuti circa avendo cura di bucherellarle e rigirarle spesso in modo da ottenere una cottura uniforme. Ponete le salsicce in un piatto e nella pentola dove le avete rosolate aggiungete l'aglio, le cime di rapa e il peperoncino. Corregete di sale e lasciate cuocere le cime di rapa. A cottura ultimata aggiungete le salsicce tenute da parte e lasciate insaporire il tutto sul fuoco ancora qualche istante. Servite caldo

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Che bontà i friarielli e salsicce, li conosco molto bene! :)

sciopina ha detto...

come ti capisco...i friarielli son tutt'altra cosa e io mi son consolata l'altra sera arrivando dalla germania a napoli con una bella pizza sasicce e friarielli e non solo...

Sarasava ha detto...

Abito a Roma, ma sono di Napoli e anche qui non hanno idea di cosa siano i friarelli. Ho usato la tua ricetta per farli assggiare ad amici romani (che tanto si esaltano per la cicoria), ed almen, pur essendo solo cime di rapa, hanno vagamente capito cosa vuol dire. Grazie :-)