giovedì 28 ottobre 2010

QUICHE CON CIPOLLA ROSSA DI ACQUAVIVA (i sapori dolci del salone del gusto 2010)

Quest'anno al salone del gusto il mio carrello della spesa è stato riempito sopratutto dalle cipolle, quella rossa di Acquaviva e quella bianca di Giarratana. Iniziamo con la cipolla di Acquaviva rinomata per la sua dolcezza e riconoscibile per la sua tipica forma a disco, spesso 2-3 cm, lungo una spanna e con un peso di 500g circa. Il signore che me le ha vendute mi ha suggerito di mangiarle crude dopo un ammollo di 3/4 ore, condite con olio, sale ed un goccio di aceto. Purtroppo il comitato così non le digerisce, ho quindi optato per una classica quiche anche se non mancheò di provarle nelle versioni zuppa e al forno, sempre consigliate dal simpatico signore Pugliese.
Dunque una quiche; per prepararla ho tagliato a fette piuttosto spesse la mia "cipodda" in modo che al palato si presentasse dolce e carnosa; ho aggiunto delle pancetta, scelta suggerita dalla consapevolezza di fare cosa gradita al comitato; ed ho infine optato per il formaggio a pasta filante, poichè la panna ed il formaggio fresco sono finiti da un pezzo e non mi ricordo mai di ricomprarli.
Il caso ha dunque contribuito alla realizazzione di questa ricetta, approvata a pieni voti da un comitato sempre più viziato e che sempre più mi piace viziare, senza però impazzire troppo in cucina .

per la frolla salata:
  • 2oo g di farina
  • 100 g di burro
  • 1 tuorlo
  • sale
  • acqua fredda q.b

per il ripieno:

  • 500 g di cipolle rosse di Acquaviva
  • 2 uova
  • 125 ml di latte
  • 110 g di formaggio a pasta filante
  • 125 g di pancetta a cubetti
  • olio, sale

Preparate la frolla salata lavorando la farina ed il burro con la tecnica dello sfarinato. Aggiungete il sale, l'uovo e l'acqua fredda, lavorando gli ingredienti il tempo strettamente necessario ad ottenere un impasto ben amalgamato . Avvolgete l'impasto nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo almeno 30 minuti. Affettate la cipolla e lasciatela stufare in un tegame con 2 cucchiai d'olio ed un mestolino di acqua calda. Sbollentate la pancetta per qualche minuto.In un recipiente sbattete le uova ed amalgamatele con il latte, il formaggio a pasta filante (sminuzzato con la grattuggia a fori larghi) e la pancetta; correggete di sale. Stendete l'impasto e foderate con lo stesso lo stampo (unto ed infarinato). Disponete sul fondo le cipolle (ben sgocciolate) e versate sulle stesse il composto di uova, latte e formaggio. Infornate a 220° e lasciate cuocere 45 minuti circa.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Che buona Sara! io e mia cognata purtroppo siamo a dieta, non è che puoi studiare una versione light per noi povere affamate? delle normali cipolle rosse andrebbero bene?
Grazie, Adriana.

Pamirilla ha detto...

Ciaooo, è la prima volta che capito qui ma sono rimasta colpita dal tuo blog. Lascio un commento qui, praticamente a caso ma ho letto con molta attenzione quanto hai scritto di Lory (che io amo) e sul salone del Gusto. Se sei fuori dal Circo foodbloggolandia allora...yes, ci sono anche io!
a presto

Leda ha detto...

Stiamo raccogliendo idee per il Natale che potrebbero essere pubblicate sulla nostra rivista digitale About Food.

Se vuoi venire a dare un'occhiata e vedere se la cosa ti interessa, questo è il nostro link: http://aboutfoodrecepies.blogspot.com/

Ciao!

Sara ha detto...

Pamirilla grazie, sono contenta che siamo in molte a pensarla in questo modo.

Leda vengo a dare un'occhiata.