domenica 15 maggio 2011

RISOTTO ASPARAGI E ROBIOLA parte seconda

Tempo di asparagi, "approfittiamone" dice il Comitato appassionato del genere, "va bene" rispondo io desiderosa di testare questa diversa versione di un risotto già postato nel maggio del 2009, intrigata dalla possibilità di preparare il brodo con i gambi degli asparagi stessi.
Lo confesso, il brodo è una di quelle cose che difficilmente preparo in casa, purtroppo; ben venga quindi questa ricetta che in poco tempo e con poco sforzo consente di preparare un bel brodetto ad hoc per il nostro risotto.
La ricetta è tratta dallo speciale della Cucina Italiana "Riso e Risotti" (del quale ignoro l'anno). Rispetto all'originale non ho usato il burro e lo zafferano, quest'ultimo sarà forse il protagonista del risotto asparagi e robiola "parte terza".
Dose per 6:


  • 800 g di asparagi

  • 420 g di riso

  • 170 g di robiola

  • 80 g di pecorino

  • 2 scalogni

  • maggiorana

  • vino bianco

  • olio, sale e pepe

Cuocete i gambi degli asparagi con 1,2 L di acqua salata, i scalogno e la maggiorana. Tritate lo scalogno rimasto e fatelo appassire con un filo d'olio. Unite il riso, tostatelo, sfumatelo con il vino bianco e cuocetelo versando poco alla volto il brodo bollente. Verso fine cottura unite le punte d'asparago tagliate a metà per il lungo. Aggiungete i gambi tagliati e mantecate con la robiola ed il pecorino.

1 commento:

ღ Sara ღ ha detto...

adoro gli asparagi e questo risotto è una favola :-*